scritta bianca 'a fine tunnel' sfondo verde con teschietti immagini di panni stesi e di una di lampada a forma di papera in dissolvenza sullo sfondo scritta 'a fine tunnel', in corsivo
scritta bianca 'a fine tunnel' sfondo verde con teschietti immagini di panni stesi e di una di lampada a forma di papera in dissolvenza sullo sfondo scritta 'a fine tunnel', in corsivo
scritta bianca 'a fine tunnel' sfondo verde con teschietti immagini di panni stesi e di una di lampada a forma di papera in dissolvenza sullo sfondo scritta 'a fine tunnel', in corsivo
GUarDo Le stELLE Mi soNo rimASte soLo quelle.
---{ giovedì, settembre 02, 2004 }---

L'estate è trascorsa pantofolata davanti alle olimpiadi.

Assolutamente nulla di imprevisto in questa safe european home.

assolutamente nulla di originale nel web.
almeno si può esercitare efficacemente la ristretta memoria nozionistica.

cazz'era Fashion Nuggets? ah si, disco dei Cake
cazz'era Danse Macabre? Disco di Paul Roland! Ma va, chi lo conosce?! E' anche un disco dei
Faint ( scegliere sempre il riferimento più trendy)
cazz'era woland? bulgakov.
cazz'era helicon 1 ? che noia. mogwai.
cazz'era Make your own noise? roba dei Frail.
cazz'era Glamorama? ultimo lavoro del Breston Ellis

fino a

cazz'era Milo aukermann? il tipo dei descendents. su.


Ma tant'è.


Il Colosso

Domenica di Pasqua, Chicago. Io e mia sorella Amy stavamo partecipando a un pranzo
pomeridiano a casa del nostro amico John. Il tempo era bello, e John aveva apparecchiato la tavola in giardino perchè potessimo sederci al sole. Tutti avevano già preso il proprio posto quando io, scusandomi, mi assentai per andare in bagno e lì, nel gabinetto, trovai quello che in assoluto era lo stronzo più enorme che avessi mai visto in vita mia. Niente carta igienica o altro, solo quest'unico esemplare lungo e contorto, delle dimensioni di un burrito.

Tirai l'acqua, e l'enorme stronzo ondeggiò. Si spostò un tantino, ma nient'altro. Non voleva andarsene. Per un attimo pensai di lasciarlo lì perchè qualcun altro se ne occupasse, ma ormai era troppo tardi. Troppo tardi perchè prima di alzarmi da tavola avevo stupidamente comunicato a tutti dov'ero diretto. 'torno fra un attimo' avevo comunicato. 'faccio solo un saltino in bagno'.La mia destinazione era di dominio pubblico. Avrei dovuto dire che andavo a fare una telefonata. L'obiettivo era fare pipì, magari sciacquarmi il viso, e invece ora
dovevo vedermela con quella cosa.

Il serbatoio dello sciacquone si riempì e io feci una tacita promessa. Se quell'affare se ne fosse andato, avrei ripagato il mondo compiendo un qualche atto di gentilezza inaspettato. Tirai l'acqua per la seconda volta e l'enorme stronzo si rigirò pigramente su se stesso. 'Eddai..' dissi a bassa voce. 'vattene, sciò!'. Mi voltai, pronto a compiere la mia buona azione, ma quando abbassai lo sguardo era ancora lì che galleggiava sulla superficie dell'acqua fresca.

Proprio allora, qualcuno bussò alla porta e io mi feci prendere dal panico. 'un attimo!' Da bambino mia madre mi aveva preso da parte e spiegato che tutti vanno di corpo. 'ma proprio tutti' aggiunse 'persino il rpesidente e sua moglie.' Citò i nostri vicini, il prete e parecchi attori che ogni settimana vedevamo in televisione. Mi ero fatto un'idea complessiva, ma, naturale o meno che fosse, col cavolo che mi sarei preso la responsabilità di quel coso.

'un attimo, eh?'

Pensai seriamente di prenderlo e scagliarlo fuori dalla finestra. Giuro, il pensiero mi attraversò la mente, solo che John abitava al piano terreno, e a tre metri da lì c'erano una dozzina di persone sedute intorno a un tavolo da pic-nic. Di sicuro avrebbero visto la finestra aprirsi, e se qualcosa fosse caduto a terra se ne sarebbero accorti. Inoltre, era proprio il tipo di gente che in una situazione del genere si alza e va a indagare. Trovando me che, con le mani indicibilmente sudice, tentavo di spiegare che non era mio. Ma se non era mio perchè allora prendersi la briga di buttarlo dalla finestra? Nessuno mi avrebbe creduto, all'infuori della persona che l'aveva depositato lì, ed era alquanto improbabile che quest'ultima si facesse avanti per rivendicarne la paternità. Ero in trappola.

'un minuto ed esco!'

Recuperai uno sturalavandini e usai il manico per spezzare lo stronzo in pezzi più piccoli e gestibili, senza smettere nemmeno per un secondo di pensare che non era giusto, che tecnicamente quel compito non spettava a me. Tirai di nuovo lo sciacquone e quello non andò giù nemmeno stavolta. Su, bello. Diamoci una mossa. Mentre aspettavo che il serbatoio si riempisse pensai: forse dovrei lavarmi i capelli. Non ce li avevo sporchi, ma mi serviva una scusa per giustificare tutto quel tempo che stavo trascorrendo in bagno. Svelto, pensai. Fai qualcosa. A quel punto gli altri ospiti probabilmente stavano pensando che fossi uno di quelli che aprofittano delle cene per defecare e portarsi avanti con le letture.

'arrivo, mi sto lavando le mani.'

Un ultimo colpo di sciacquone, e tutto fu finito. Quel coso se n'era andato per sempre dalla mia vita. Aprii la porta e mi ritrovai di fronte la mia amica Janet, che mi disse: 'con comodo, eh?'. E io rimasi lì a pensare che se la persona che aveva abbandonato lì quello stronzo enorme non si era fatta problemi perchè mai avevo dovuto farmene io? Perchè me l'ero presa tanto a cuore? L'avevano lasciato lì per insegnarmi qualcosa? Avevo effettivamente imparato qualcosa? Per caso c'entrava la Pasqua? Alla fine decisi di lasciarmi la faccenda alle spalle,quindi uscii dal bagno e cominciai ad esaminare i possibili sospetti.

David Sedaris



posted by milo @ 5:37 PM

0 commenti
     consolle :
how it should be
 
    mini me (milo)
icona con cartellina{30}
 
     disclaimer | policies:
icona con pennaYOUR EMOTIONS MAKE YOU A MONSTER
 
     letti. visti. ascoltati:
icona con occhiali :: Dürrenmatt "La promessa"
:::Surfer Blood
::::::Up in the air
 
     da jasmine :
icona con occhiali
 
     Yes!:
icona con gesto 'ok!' Buckn.
Tamas
accentosvedese
ted©
lpr
li'l bluez
uppsala derail
Marco
Stillill
vom
SMARTZ

Sorry I missed your party
Bob
 
     manifesto
icona con documento
 
    
icona con busta per lettera email me
 
    
The WeatherPixie

powered by blogger!, blogger image

powered by Blogger : written by milo aukermann + guests : layout by *gentleman*