scritta bianca 'a fine tunnel' sfondo verde con teschietti immagini di panni stesi e di una di lampada a forma di papera in dissolvenza sullo sfondo scritta 'a fine tunnel', in corsivo
scritta bianca 'a fine tunnel' sfondo verde con teschietti immagini di panni stesi e di una di lampada a forma di papera in dissolvenza sullo sfondo scritta 'a fine tunnel', in corsivo
scritta bianca 'a fine tunnel' sfondo verde con teschietti immagini di panni stesi e di una di lampada a forma di papera in dissolvenza sullo sfondo scritta 'a fine tunnel', in corsivo
GUarDo Le stELLE Mi soNo rimASte soLo quelle.
---{ lunedì, marzo 01, 2004 }---

Jasmine decretò che è un sacco di tempo che non le registrto le cassettine e sottolineò il grave concetto appoggiando una sua C 60 vergine sul cruscotto.

Il giorno dopo mi misi al lavoro.
Il risultato fu una compilation da viaggio abbastanza equilibrata e solare, con ingenuità punk, alternata a mostri sacri, scorci acustici, due cover significative e due pezzi da videoclip mainstream.
La scelta è caduta su pezzi a volte datati, ma non nostalgici; una playlist finalmente disintossicata dai vari fenomeni dell’ultim’ora, i vari Franz Ferdinand, Ilya, Chicks on Speed, Karen Ann che Brand New e Blow Up vogliono ( e riescono ad) imporre per farci sentire dei veri alternativi. Anime indie che tentano di eludere il fondamentale passaggio attraverso il punk el’hardcore, considerato troppo da giovincelli, per nutrirsi di post rock indefinito.

Riporto qui i brani perché nonostante fossi fuori allenamento penso di aver radunato una selezione tuttosommato carina . Affinchè possiate trarne spunto vi lascio la lista e anche l’ordine con cui ho registrato i brani ( l’ordine è importante!). Qua, a differenza di altri posti, il tasto destro del vostro mouse funziona: approfittatene… I brani li ho reperiti dai dischi originali eccetto uno, comunque credo che in rete potete trovarli senza difficoltà.

Occorrente: una C 60 (viva le cassettine!). O, se proprio proprio non vi sentite a vostro agio con le cassettine, un supporto equivalente:

LATO A:

1. Weakerthans ‘aside’ dall’album ‘Left and Leaving’
Gruppo dell’ex bassista dei Propagandhi. Per far partire la cassettina bisogna immettersi sulla statale e prendere un po’ velocità …e non si poteva non iniziare il viaggio con questa canzone.
2. Belly ‘ now they’ll sleep’ dall’album ‘King’
Quel cardellino della Tanya Donnelly scrive un canzoncina che fra un ‘l’ho già sentito questo giro di voce’ e un ‘beh…carina’ ti si incolla nella testa e non ti lascia più
3. Scott Richter ‘Baby one more time’ dall’album omonimo
Prima cover significativa: lo stonatissimo leader dei Metroshifter, solo voce e chitarra acustica, riprende la canzone di Britney Spears cerca di reinventarla con una venatura dark e invece la trasforma in una perfetta canzone da chiesa.
4. Shudder to think ‘ Red house’ dall’album '50,000 B.C.'
L’intero album è insostenibile, ma questa si salva e si salva alla grande.
5. Dinosaur Jr. ‘ Not you again’ da 'Ear bleeding country', la raccolta
Storici e adorabili
6. Lemonheads ‘ Rest Assured’ da 'Come on and feel the lemonheads’
L’essenza del power pop
7. New Pornographers ‘ All for swinging you around’ dall’album ‘Electric Version’
Qui Brand new ha fatto il danno: visto il video – piaciuto – comprato l’album - piaciuto. Con la dovuta elasticità me li vedrei bene su Lookout records..
8. Nada Surf ‘ The way you wear your head’ dall’album 'Let Go'
Me li ricordavo per la canzone-predicozzo ‘Popular’ sospesa tra Weezer e Massimo Volume. Erano spariti e sono ritornati dopo anni con un album molto bello. Visti in concerto, mi sono stati ancora più simpatici.
9. 3 ‘ Swann Street’ dalla compilation State of the union
Una canzone acustica intensissima e poi figùrati se poteva mancare un gruppo Dischord in una compilation da me ideata…
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
LATO B:

1. Jawbreaker 'Boxcar’ da ‘ 24 hour revenge therapy’
I canadesi Fifh hour hero ne fecero dal vivo una gioiosissima cover. Allora l’ho riscoperta: Sol do-do ( x 3) re do do, effettivamente è perfetta per la sala prove per rinsaldare lo spirito di gruppo nei momenti di sconforto.
2. And you will know us the trail of dead ‘ Mistakes and Regrets’ dall'album 'Madonna'
Prima di passare alla Interscope e fare (per fortuna) un album identico a questo, prima che tentassero senza successo ( per fortuna #2) di trasformarli nei nuovi At the drive in , un cantante con la stessa voce di Lee Ranaldo e un batterista eccezionale contribuirono a questa meraviglia
3. Ash 'Burn Baby burn’ da 'Free all angels'.
Perchè nel momento di pausa senti gli ampli delle chitarre che accumulano suono e potenza per restituirli al massimo nell’immediato ritornello
4. Appleseed Cast ‘ Fishing the sky’ da ‘Mare Vitalis’
Originali come pochi, grazie al batterista
5. Rainer Maria ‘ CT Catholic’ da ‘ Long knives Drawn’
Finalmente la signorina ha imparato a cantare. E’ la canzone meno fredda dell’album.
6. Husker Du ‘ Standing in the rain’ da Warehouse Songs and stories
Loro devono piacere e basta. Sennò non capite proprio una banana.
7. Evan Dando ’Skull’ da un mp3...non mi ricordo da che disco/singolo è tratto....
Ecco la seconda cover significativa, anche questa acustica. Quello scombinato bofonchia con così tanto patohos la canzone dei Misfits che ti chiedi perché cavolo non le abbia rifatte TUTTE quante.
8. Weezer ‘ Don’t let go’dal cosidetto Green Album
Ho scelto questa perchè quelle del primo album non si possono separare e includere in una compilation. E i Weezer devono esserci comunque.
9. Avail ’ simple song’ da 4 am Friday
(forse) La mia canzone preferita di uno dei miei gruppi preferiti di sempre.
10. Descendents ‘ Bikeage’ dalla raccolta 'Somery'
Come sopra. Da cantare a squarciagola tutti assieme con un air drumming appropriato, con la mano fuori dal finestrino che batte sul tettuccio della macchina.

Ripetere la somministrazione in caso di astinenza o di richieste entusiaste da parte dei passeggeri.


posted by milo @ 11:35 AM

0 commenti
     consolle :
how it should be
 
    mini me (milo)
icona con cartellina{30}
 
     disclaimer | policies:
icona con pennaYOUR EMOTIONS MAKE YOU A MONSTER
 
     letti. visti. ascoltati:
icona con occhiali :: Dürrenmatt "La promessa"
:::Surfer Blood
::::::Up in the air
 
     da jasmine :
icona con occhiali
 
     Yes!:
icona con gesto 'ok!' Buckn.
Tamas
accentosvedese
ted©
lpr
li'l bluez
uppsala derail
Marco
Stillill
vom
SMARTZ

Sorry I missed your party
Bob
 
     manifesto
icona con documento
 
    
icona con busta per lettera email me
 
    
The WeatherPixie

powered by blogger!, blogger image

powered by Blogger : written by milo aukermann + guests : layout by *gentleman*