scritta bianca 'a fine tunnel' sfondo verde con teschietti immagini di panni stesi e di una di lampada a forma di papera in dissolvenza sullo sfondo scritta 'a fine tunnel', in corsivo
scritta bianca 'a fine tunnel' sfondo verde con teschietti immagini di panni stesi e di una di lampada a forma di papera in dissolvenza sullo sfondo scritta 'a fine tunnel', in corsivo
scritta bianca 'a fine tunnel' sfondo verde con teschietti immagini di panni stesi e di una di lampada a forma di papera in dissolvenza sullo sfondo scritta 'a fine tunnel', in corsivo
GUarDo Le stELLE Mi soNo rimASte soLo quelle.
---{ venerdì, maggio 24, 2002 }---

Posso scrivere ciò che voglio qua dentro, che paura!
Peggio del temutissimo ‘tema libero’ che affibbiavano ogni tanto alle superiori, quando il prof era completamente senza idee e voleva leggersi il giornale in santa pace oppure voleva deliberatamente mettere in difficoltà queste nuove generazioni capaci solo di sano qualunquismo.

Ho interrotto la trascrizione di un racconto di T. Coraghessan Boyle –sembra un nome inventato, no? Soprattutto se la T. non è l’iniziale di un bel niente. E’ una semplice T., come quegli individui disgraziati che si trovano ad aver nome J. R.- perché la veste grafica del blog è impietosa per le opere letterarie. Stessa sorte per una novella della graziosa A. M. Homes – anche qui non è possibile sapere il first name-
Non ho voluto approfondire le domande marzulliane di ieri notte mentre tornavo a casa con fare ovattato.
Continuare a chiedersi come l’ha presa il gatto che ho quasi investito o come mai la fine di un filare di viti ospita quasi sempre un rosaio mi pare senza senso.
Nel primo pomeriggio è meglio discutere di argomenti più terra a terra.

Ad esempio che Sophie Dahl, la top-model che vantava un telaio di 1,80 mt. per una novantina di chili si è dovuta arrendere ad una dieta e ora, ben felice di entrare in una taglia 44, abbandona lo star system.
In un certo senso è un peccato, perché vedere le sue numerose foto sulle riviste ( la pubblicità del profumo Opium la ritrae sdraiata supina nuda con la pelle bianco latte: è abbastanza famosa) dava un senso di normalità, abituava ad una nuova visione della bellezza che sicuramente avrebbe giovato anche nella vita quotidiana. Anche a quei maschietti che apprezzano solo i fisici perfetti.
Invece la tendenza vincente sono le campagne pubblicitarie autoghettizzanti delle catene di abiti over 46, accompagnate da un pericoloso messaggio implicito. Siamo belle anche se siamo delle botti e visto che nessuno ci considera creiamo dei negozi dove le magre non troveranno mai nulla. (più o meno..)
Ben fieri di ideare negozi per taglie forti, perché invece non rifornire i negozi già esistenti di abiti dalla 32 alla 54 senza creare mortificanti distinzioni per chi è debole di spirito?
Perché le frustrazioni sono business, semplice.

Per chi mi conosce sembrerà strano che affronti un discorso simile, in effetti non ha a che fare molto col punk militante; non sono una persona che vive per lo shopping, anzi a volte desidererei che fosse introdotto il vestito collettivo in modo tale da avere una preoccupazione in meno, tuttavia volevo parlarne lo stesso, di questi anni duemila ancora più edonisti degli anni ottanta.
Spero di non aver fatto la figura della vedrana patàfe-bancs; leggasi zitella (vedrana) bacchettona che spolvera (patàfe), i banchi (bancs) della chiesa prima di sedersi per non essere contaminata dai malcostumati pervertiti che l’hanno preceduta.
La spiegazione è un po’ complicata, ma il friulano è interessante proprio per queste espressioni ermetiche. Ah, lo spelling è sicuramente sbagliato.



posted by milo @ 2:26 PM

0 commenti
     consolle :
how it should be
 
    mini me (milo)
icona con cartellina{30}
 
     disclaimer | policies:
icona con pennaYOUR EMOTIONS MAKE YOU A MONSTER
 
     letti. visti. ascoltati:
icona con occhiali :: Dürrenmatt "La promessa"
:::Surfer Blood
::::::Up in the air
 
     da jasmine :
icona con occhiali
 
     Yes!:
icona con gesto 'ok!' Buckn.
Tamas
accentosvedese
ted©
lpr
li'l bluez
uppsala derail
Marco
Stillill
vom
SMARTZ

Sorry I missed your party
Bob
 
     manifesto
icona con documento
 
    
icona con busta per lettera email me
 
    
The WeatherPixie

powered by blogger!, blogger image

powered by Blogger : written by milo aukermann + guests : layout by *gentleman*